Sono trascorse cinque generazioni da quando la famiglia Cassam Chenaï dall’India, e in particolare dalla regione di Gujrat, si stabilì in Madagascar. Nel corso del tempo alcuni componenti hanno deciso di creare un’attività in proprio come Shahin Cassam Chenaï.
Mena significa rosso in malgascio. Rosso come il colore della terra, ricco di minerali e sedimenti depositati dal fiume Sambirano, rosso come il colore dei baccelli che provengono dai migliori produttori della valle del Sambirano, rosso come il colore del cioccolato, infine come Isola Rossa: il Madagascar.
Grazie a uno dei migliori cacao al mondo, etichettato come “Fine Cacao” dall’International Cocoa Organization da gennaio 2016, il cioccolato malgascio è apprezzato per le sue note floreali, il suo amaricante e la sua leggera astringenza sul finale.
Le tavolette evidenziando i volti di diversi gruppi etnici che rappresentano il popolo malgascio. Il Tanala, il Betsimisaraka, il Mahafaly, l’Antanosy, il Bara o il Merina, tutti rappresentati nei loro tradizionali copricapi e vestiti. Un tributo e una volontà di scoprire un paese con più culture che fanno la ricchezza del Madagascar e anche un ricordo di Shahin Cassam Chenaï di una delle prime attività commerciali della famiglia che, all’inizio del XIX secolo, iniziò con la vendita di cartoline.

preloader